Ardesio Dà Voce Alle Streghe

Caccia alle Streghe. Immagine copyright ©  MarsuMic (CC Creative Commons / Flickr.com)
Caccia alle Streghe. Immagine copyright © MarsuMic (CC Creative Commons / Flickr.com)

Serata a cura di Michela Zucca, antropologa, mercoledì 20 febbraio alle 21 al Circolo Arci Mille di via Locatelli 36 ad Ardesio. Una serata per parlare della cultura di montagna, della civiltà alpina e popolare.

Streghe, femmine dannate maledette amanti del demonio, erano le donne, nelle comunità arcaiche, che curavano i malati, determinavano i tempi della festa, del piacere, della vita e della morte, amministravano il rapporto con gli spiriti, prevedevano il futuro e sapevano interpretare le voci dell’aldilà. Che iniziavano le rivolte contro il potere costituito.

Una civiltà antichissima, raffinata e complessa, che credeva ogni cosa governata da un’anima intelligente e senziente, con cui comunicare. Una cultura che, ad un certo punto, Chiesa e Stato demonizzarono e distrussero: per procurarsi schiavi da mandare in guerra, ai lavori forzati, a costruire le meravigliose città d’arte di cui siamo tanto orgogliosi. Ma il “progresso”, purtroppo, è fondato sullo sterminio.

Nel corso della serata, che continua il ciclo culturale promosso dal circolo Arci Mille, incentrato sulla civiltà della montagna, inaugurato il mese scorso con la Barbagia sarda, si vedranno immagini, si ascolteranno musiche e suoni, e si potrà sentire la viva voce di chi pratica tradizioni antiche di millenni.

L’iniziativa è a cura di Michela Zucca, antropologa specializzata in cultura popolare, che organizzerà anche gli altri incontri, con la cadenza di uno al mese all’Arci Mille, che avranno come argomento l’immaginario alpino e i riti arcaici.

Articolo originale di BergamoNews.it

lascia un commento