Visita al Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio

L'interno del Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio. Immagine © Alberto Bigoni
L’interno del Santuario della Madonna delle Grazie di Ardesio. Immagine © Alberto Bigoni

I SANTUARI DELL’ALTA VALSERIANA.
Visita al santuario della Madonna delle Grazie di ARDESIO (ValSeriana-Bergamo)

Giovedì 25 Luglio 2013 – ore 16.30 sul sagrato del santuario.

Ardesio con il santuario della Madonna delle Grazie è il primo appuntamento di una serie di visite estive ai luoghi della fede dell’alta ValSeriana. Ben tre infatti sono i santuari costruiti in seguito ad apparizioni mariane nel XVI secolo: oltre ad Ardesio, Oneta e Ponte Nossa. Ancora oggi sono luoghi molto amati dalla popolazione, che mantiene vive le tradizioni di un tempo e sono meta di numerosi pellegrini.

Il santuario della Madonna della Grazie fu edificato nel luogo secondo la tradizione, il 23 giugno 1607 la Madonna apparse alle due sorelle Maria e Caterina Salera, rifugiate in una stanza della loro umile casa a pregare per scongiurare un violento temporale. D’un tratto la stanza si illuminò di luce e improvvisamente apparve loro la Madonna con il Bambino seduta su un trono d’oro. Subito dopo l’apparizione la tempesta si blocco e il cielo tornò sereno. La posa della prima pietra è del 24 giugno 1608.

Tra le opere di maggior pregio nel santuario è da ricordare senza dubbio il ricchissimo organo (1636) di Giovanni Rogantino di Morbegno. L’altare è costruito sul luogo ove avvenne la prodigiosa apparizione, con il dipinto delle Sacre Immagini del XV secolo. Sotto l’altare, la sala degli ex-voto e la sala del Sacro Sepolcro, gruppo di sculture di bellissima fattura della bottega Fantoni.

Il ritrovo è alle ore 16.30 sul sagrato del santuario. Costo 5 euro. Info e prenotazioni 342.3897672.
Per informazioni sul paese di Ardesio visita www.viviardesio.it

Le visite agli altri santuari si terranno giovedì 8 Agosto a Oneta, santuario della Madonna del Frassino;  giovedì 22 Agosto a Ponte Nossa, santuario della Madonna delle Lacrime. Ore 16.30 sul sagrato del santuario.

La visita guidata si inserisce in un progetto dedicato allo sviluppo della cultura in alta ValSeriana e Val di Scalve, che vede la collaborazione dei distretti del commercio Asta del Serio, Alta Valle Seriana, Val di Scalve, tutti i comuni dell’alta valle e Val di Scalve, PromoSerio, cooperativa culturale Artelier.

Ecco altri appuntamenti da non perdere per conoscere Ardesio

Consulta tutti gli appuntamenti QUIhttp://www.valseriana.eu/index.php/it/eventi/elenco-completo-eventi

– Domenica 28 luglio – ARDESIO: “DAL META ALLA RASGA DEL TÖNÖLA”. Percorso al Museo Etnografico dell’Alta Valle Seriana e alla segheria “Rasga del Tonola”. Ore 10.00 in piazza Monte Grappa (museo META) e trasferimento con mezzi propri. Possibilità di pranzo al sacco in area pic-nic, anche in caso di maltempo. Costo 5 euro. Info e prenotazioni 342.3897672.

– Domenica 11 agosto – ARDESIO: Percorso al Museo Etnografico dell’Alta Valle Seriana, in concomitanza col laboratorio artistico per bambini dai 4 agli 11 anni “ERBARIO TASCABILE”; visita all’azienda agricola “Prat di Bus”. Ore 15.30 in piazza Monte Grappa (museo META) e trasferimento con mezzi propri. Costo 5 euro per la visita guidata per adulti e 3 euro per il laboratorio. Info e prenotazioni 342.3897672.

– Domenica 25 agosto – ARDESIO: “DAL META ALLA RASGA DEL TÖNÖLA”. Percorso al Museo Etnografico dell’Alta Valle Seriana e alla segheria “Rasga del Tonola. Ore 10.00 in piazza Monte Grappa (museo META) e trasferimento con mezzi propri. Possibilità di pranzo al sacco in area pic-nic, anche in caso di maltempo. Costo 5 euro. Info e prenotazioni 342.3897672.

– Domenica 1 settembre – ARDESIO: Percorso al Museo Etnografico dell’Alta Valle Seriana, in concomitanza col laboratorio artistico per bambini dai 4 agli 11 anni “COME UNA VOLTA”; visita all’ azienda agricola “Prat di Bus”. Ritrovo alle ore 15.30 in piazza Monte Grappa (museo META) e trasferimento con mezzi propri . Costo 5 euro. Info e prenotazioni 342.3897672.

lascia un commento