Hetty Hillesum, Poesia tra le Baracche

Ardesio-Etty-Hillesum-Poesia-tra-le-Baracche-Oratorio-2015

Venerdì 13 febbraio, alle ore 21.00, presso il Teatro dell’Oratorio di Ardesio, ci sarà una lettura teatrale del diario personale di Etty Hillesum, poetessa nel campo di internamento di Westerbork.

La Compagnia “Teatro Minimo”, presenterà questa lettura, con Romina Alfieri alla voce, Giuseppe Olivini alla musica ed Umberto Zanoletti alla regia.

Westerbork fu un campo di smistamento in Olanda, dove poi gli ebrei venivano condotti ad Auschwitz. Etty era una ragazza ebrea di Amsterdam, che si laureò in giurisprudenza, ed aveva la passione per la letteratura, la psicologia e la filosofia.

Quando i tedeschi effettuarono la prima retata di ebrei olandesi, Etty cominciò a lavorare per il Consiglio Ebraico, cosa che la avrebbe esentata dall’internamento a Westerbork, ma chiese di essere lì in qualità di assistente sociale.

Tra il 1941, ed il 1943, scrisse un diario personale ed alcune lettere ad amici e parenti, raccontando del fango e delle baracche, del filo spinato, della guerra e dell’oppressione, annotando riflessioni e pensieri personali con fede e amore.

Etty scelse di essere una voce sommessa e dolcissima, persuasiva ed ininterrotta.

Per informazioni potete contattare il numero 3493419718, oppure potete mandare una mail a promoteatrominimo@gmail.com.

[Articolo estratto da RadioDuePuntoZero]

lascia un commento