Tour virtuale nella grotta 5ic a Valcanale di Ardesio

 

La meravigliosa grotta carsica 5ic “5 In Condotta” che si trova a Valcanale di Ardesio, scoperta nel 2012 dagli speleologi delle Talpe Valseriana di Ponte Nossa, è ora visitabile attraverso il primo Tour virtuale didattico creato per la valorizzazione dell’ambiente carsico.

Gruppo Talpe Valseriana con il fotografo Piero Annoni

Il tour è stato realizzato dal fotografo professionista Piero Annoni già  creatore del tour all’interno del nostro Santuario della Madonna delle Grazie,  con il supporto del gruppo delle Talpe, in particolare dello speleologo Devis Magri. Nell’anno internazionale del Turismo Sostenibile il tour virtuale ha vinto, lo scorso 3 novembre, il concorso promosso dalla Società Speleologica Italiana “Premio Italia Speleologica 2017” che quest’anno aveva come tema la presentazione di un progetto di turismo sostenibile che promuovesse l’ambiente carsico.

 

Grazie infatti all’utilizzo di questa tecnica fotografica unita alle nuove tecnologie e canali comunicativi, il tour virtuale fotografico si rivela tra i più efficaci metodi di promozione e divulgazione a fini turistici degli ambienti carsici, in totale sicurezza senza sacrificarne troppo l’emozione e il piacere della scoperta.

Il tour è composto da 400 fotografie panoramiche a 360° collegate tra loro e mostra circa 1 km di grotta, al suo interno anche un menù per facilitare la navigazione. Il tour è interattivo, con possibilità di future implementazioni ed integrazioni con informazioni, immagini, video. Nato come case study con finalità didattiche mostra le particolarità della grotta carsica ardesiana che si trova tra il Passo di Valmora e il Passo del Re a quota 1.680 metri, sul lato sud delle montagne che vanno dal Monte Secco all’Arera, lungo una parete di non facile accesso.

Grotta 5iC situata in Valcanale di Ardesio

Curiosità: Perché 5 in condotta
«La scoperta della grotta fu per noi una straordinaria una sorpresa, all’ingresso  abbiamo subito percepito una forte corrente d’aria segnale della grandezza della grotta stessa – spiega Stefano Masserini, presidente del Gruppo speleo Talpe ValSeriana- quel giorno eravamo in 5 speleologi delle Talpe e  nella parte iniziale la grotta sembra una condotta forzata, da lì l’idea del nome “5 in condotta”»

5ic è una grotta antichissima e unica nel suo genere. Sono 5 circa i km di sviluppo tra ramificazioni poste su vari piani, pozzi e passaggi angusti che celano in realtà grandi ambienti. Grande il valore scientifico della grotta che potrebbe essere, secondo gli esperti, una delle più antiche delle Orobie.

Il tour è visualizzabile su qualsiasi dispositivo di realtà virtuale per un’esperienza ancor più realistica.