Sono tornate le Croci del Gioedé dè la mèsa

Le croci nel centro storico di Ardesio giovedì 11 marzo 2021

Doppie, singole, piccole o enormi, le croci bianche sono ricomparse oggi davanti all’uscio di casa dei single ardesiani a segnalare i concittadini che ancora devono sposarsi. Scapoli e zitelle di Ardesio si sono svegliati infatti con una croce bianca tracciata fuori dal cancello o dal portone di casa: una tradizione molto radicata, quella delGioedé dè la mèsa (ovvero Giovedì di Mezza Quaresima), che si tramanda da tempo nel piccolo paese nel cuore delle Orobie, interrotta solo lo scorso anno per l’emergenza pandemica.

Ogni anno, ignoti del paese, si aggirano per le vie del centro e si soffermano davanti alle abitazioni dei single per dipingere in strada, davanti all’uscio o al cancello, una croce bianca (un tempo erano anche di due colori differenti: rosa per le donne e azzurre per gli uomini). La tradizione vuole che la croce sia dipinta per le donne che a 27 anni sono ancora nubili e gli uomini e a 30 anni sono ancora scapoli. La croce non risparmia le coppie che convivono, né quelle in procinto di sposarsi.

La dimensione della croce dipende poi dall’età dei single, le più corte sono quelle dei più giovani e più importanti per chi ha qualche anno in più, fino a quelle che attraversano la strada e si gettano nei tombini; come quella della fruttivendola del paese, Adriana Valli, ovvero la Cechi. A lei in passato gli ignoti, avevano lasciato anche messaggi personali e doni.

Adriana Valli, Cechi, e la croce dipinta davanti al suo negozio

 

Non poteva mancare questa mattina un messaggio da parte degli autori delle croci che hanno scelto anche di ironizzare con i noti D.P.C.M. pubblicando un  D.P.C.Crus con le nuove regole delle tradizione che saranno in vigore dal prossimo anno, ovvero dal 2022.

Ecco il testo dell’avviso affisso fuori dal negozio della Cechi:

Si informa la popolazione che dall’anno MMXXII le regole sull’assegnazione delle croci saranno le seguenti:

-Lor signori confermiamo, per le gentil donzelle saranno 30 anche per quelle

-La convivenza non ti risparmia la penitenza

-Solo 5 bambini vi posson salvare dalla croce micidiale

-Se qualcuno si sente dimenticato vada dalla Cechi a denunciare questo reato