La prima formazione bandistica di Ardesio della quale si ha notizia è attiva tra la fine dell’ottocento e la prima guerra mondiale. La vita bandistica di Ardesio si interrompe nel 1915 e, dopo una breve ripresa nel secondo dopoguerra, si arresta fino al 1982. In quell’anno la Banda rinasce come complesso musicale gestito dal Comun, sotto la direzione del Maestro Andrea Legrenzi. Si susseguono alla guida del corpo musicale i maestri Vincenzo Salvoldi e Marco Pedrana. Dal 2009 la Banda è diretta dal Maestro Simone Bergamini e conta attualmente 50 elementi, la maggior parte dei quali giovani o giovanissimi. Nel 2008 nascono inoltre i “Banditos”, ovvero la Junion Band che si è esibita in concorsi a livello nazionale.

Il corpo musicale partecipa a diversi servizi religiosi e civili nel paese e nelle numerose frazioni. La Banda interviene anche alle varie feste che si svolgono nella zona durante il periodo estivo, alle cerimonie e ricorrenze delle associazioni culturali, umanitarie e sportive. Propone inoltre alla popolazione due concerti annuali, oltre a quelli organizzati dalla ABBM (Associazione Bergamasca Bande Musicali) e realizzati in ambito provinciale. L’attività della Banda consiste inoltre nell’organizzazione e gestione di corsi musicali per tutti gli strumenti: da qualche anno la scuola musica è una delle più attive e apprezzate in bergamasca.

La Banda è un importante punto di riferimento culturale in virtù dell’attività musicale ed educativa che svolge.

In occasione del trentesimo anno di rifondazione, la Banda ha stampato un libretto commemorativo, riportante anche le parole del Sindaco pro-tempore, Alberto Bigoni:

Senza la musica, la vita sarebbe un errore“, diceva, a ragione, il filosofo tedesco Nietzsche.

La Banda di Ardesio ce lo ricorda in ogni sua esibizione, accompagnando degnamente gli eventi della collettività ardesiana con un tappeto sonoro fatto di note, risultato tangibile di tante prove del martedì sera, di confronti, scelte, rinunce, sacrifici e studio. Senza questi ingredienti non si ottiene niente, ed i componenti del Corpo Bandistico lo sanno bene, mostrando un affiatamento ed uno spirito di appartenenza che tengono banco da trent’anni, dando grande prova di serietà e di professionalità. Un traguardo, questo, che oggi viene giustamente festeggiato, ma che non nasce dal caso. Negli ultimi tempi, infatti, il gruppo ha scommesso molto sulla partita più importante che tutte le associazioni giocano, puntando al rinnovamento e sui giovani, aumentando drasticamente tra le proprie fila il numero dei ragazzi che partecipano alle attività concertistica e di servizio. Sicuramente ha un peso rilevante in questo processo di selezione la Scuola di Musica, progetto parallelo ed integrante dell’offerta formativa e musicale, fiore all’occhiello della compagine, frutto del grande lavoro di pochi che mettono a disposizione il proprio tempo, in silenzio e senza clamori. Non posso quindi esimermi dal cogliere l’occasione di ringraziare in queste righe i volontari e gli appassionati che, a vario titolo e ruolo, lavorano all’interno del Corpo Musicale, tra mille difficoltà ma dimostrando nei fatti grande caparbietà, tenacia e merito. Essi sono il vanto della nostra Comunità e la Banda di Ardesio può fortunatamente annoverarne molte tra il proprio organico, evidenza di come la musica unisca talenti non solamente musicali ma anche di vita spesa per gli altri.

Grazie alla Banda, grazie alla Musica.
Alberto Bigoni, Sindaco di Ardesio

I contatti: il riferimento è il M. Simone Bergamini, email simone.bergamini@email.it, telefono 3475424330;

Visita il calendario di ViviArdesio per individuare i prossimi appuntamenti del Corpo Musicale di Ardesio;

 

5 thoughts on “Corpo Musicale di Ardesio

    lascia un commento