Inaugurazione dell’Ufficio del Turismo “Vivi Ardesio”

 

Home Page del sito Vivi Ardesio
Home Page del sito Vivi Ardesio

Sabato 8 aprile alle ore 11:00 in piazza Monte Grappa 3, ad Ardesio, inaugura l’ufficio di «Vivi Ardesio», il nuovo «Ente del Turismo per Ardesio», che si occuperà dell’accoglienza di turisti e visitatori e soprattutto della promozione del turismo di eventi, di escursione e religioso, per Ardesio, Valcanale e tutte le numerose frazioni del borgo seriano. Un traguardo importante per tutta la comunità che attendeva da tempo un rilancio non solo del turismo religioso ma di tutta la località e la sua promozione attraverso un ente e un ufficio dedicati.

Un progetto ambizioso che affonda le sue radici lontano ma che guarda al futuro con nuove idee di sviluppo del territorio. Risale al 2014 l’idea del progetto, durante la tappa de L’Eco Café a Ardesio DiVino, con una raccolta fondi tramite kendoo, da destinare ad una borsa di studio promossa da Pro Loco e Comune.

Importante è stata l’esperienza di ricerca e analisi acquisita attraverso il lavoro di Alessia Gavazzeni, studentessa assegnataria della borsa di studio, con la tesi «La funzione turistica ad Ardesio in Alta Valle Seriana tra mercato e volontariato» (relatore il professor Andrea Macchiavelli) come fondamentali sono state le linee guida del progetto di rilancio del turismo ad Ardesio elaborate dalla studentessa coordinata dall’Università degli studi di Bergamo e dal suo centro studi Cestit, ora Tourism Lab.

Il logo di Vivi Ardesio
Il logo di Vivi Ardesio

Subito dopo la presentazione della tesi un gruppo di ardesiani in collaborazione con Comune e Parrocchia e coordinati da Simone Biffi e Simone Bonetti, hanno analizzato e sviluppato le linee guida per definire il progetto di rilancio di Ardesio che ha portato a Novembre del 2016 alla nascita dell’associazione presieduta da Fabrizio Zucchelli e dopo poco più di un anno, sabato 8 aprile si inaugura l’Ufficio del Turismo di Ardesio.

Tra gli obiettivi dell’Ente oltre alla promozione degli eventi turistici e religiosi di Ardesio e Valcanale ci sarà l’accoglienza e l’informazione di turisti e pellegrini, non solo in loco ma anche attraverso i nuovi canali digitali online di live-chat e assistenza in tempo reale, l’organizzazione di visite ed escursioni e la promozione di pacchetti in collaborazione con organizzazioni ed associazioni già operanti sul territorio e la promozione delle bellezze di Ardesio attraverso molteplici strumenti. Ulteriori novità saranno i virtual-tours che permetteranno finalmente l’accesso digitale online del percorso storico e religioso, tra i quali ad esempio il tour in 3D del Santuario della Madonna delle Grazie.

Lo step successivo prevede una fase di analisi e ricerca finalizzate all’espansione del settore turistico del territorio, con un’attenzione costante agli obiettivi a lungo termine, Vivi Ardesio mira infatti a sviluppare opportunità di lavoro nel settore turistico, del business development e degli investimenti.

Il nuovo Ente del Turismo si occuperà quindi della promozione ma non dell’organizzazione delle manifestazioni, attività che resterà in capo alle associazioni e ai gruppi che da anni operano con successo sul territorio comunale organizzando eventi ed iniziative importanti e riconosciute.

Il centro di Ardesio
Ardesio

Tra gli strumenti a disposizione di Vivi Ardesio per la promozione del territorio fondamentale è l’attività di Business Intelligence, analytics e data analysis centralizzata attraverso la sede di Londra, coordinata da Simone Biffi, che permette ad esempio l’analisi dei dati e uno studio approfondito della demografia del potenziale turista, per l’elaborazione di nuove soluzioni per la promozione della destinazione in Italia e all’estero. Tra i risultati già raggiunti ricordiamo l’iniziativa promozionale “Win a Trip to Italy – International Competition”, il contest legato alla dodicesima edizione di Ardesio DiVino, promosso sui social networks e con recensioni su media britannici che tra oltre 1000 partecipanti, ha portato ad Ardesio due inglesi direttamente da Birmingham.

Tra i successi già raggiunti, Vivi Ardesio, attraverso il programma TechSoup per Non-profit, ha ottenuto un  contributo di 120.000 dollari annui da investire in comunicazione online e un’ulteriore sovvenzione di fondi per infrastrutture tecnologiche da subito implementate.

Oltre al portale ViviArdesio.it per il quale si pensa già ad un restyling, Vivi Ardesio è presente su numerosi media e i maggiori social networks con aggiornamento e pubblicazione costante di contenuti su Ardesio e sugli eventi proposti sul territorio, tra questi Facebook, Instagram, Twitter, Google+, Youtube.

lascia un commento